Ancora così presto“ – il 7% degli americani ha acquistato Bitcoin, lo studio trova

Dan Tapiero ha condiviso un sondaggio di Statista che ha mostrato che solo il 7% degli americani ha usato BTC in precedenza, mostrando che Bitcoin è ancora in una fase iniziale.

Secondo i nuovi dati di Statista, solo il 7% degli americani ha utilizzato Bitcoin (BTC) in precedenza. Ciò significa che gli attuali investitori in BTC sono ancora in una fase iniziale di crescita.

Dan Tapiero, il co-fondatore di 10T Holdings, ha dichiarato che la Bitcoin è ancora in fase di „nascita“ di una nuova classe di attività. Ha scritto:

„È ancora così presto per la Bitcoin. Ancora in fase di nascita di una nuova classe di attività globale“.

A più lungo termine, la Bitcoin ha un significativo potenziale di crescita per evolvere in un consolidato deposito di valore, come l’oro. Se così fosse, gli investitori prevedono che la sua valutazione aumenterà in modo esponenziale nel prossimo decennio.

La percentuale di persone che in precedenza utilizzavano Bitcoin

Che cosa è necessario per l’adozione di Bitcoin?
Attualmente, la maggior parte della domanda di Bitcoin proviene da investitori che percepiscono BTC come oro 2.0. Gli investitori ritengono che BTC alla fine si affermerà come un bene rifugio sicuro.

Di conseguenza, gli investitori istituzionali hanno fortemente accumulato BTC negli ultimi mesi. MicroStrategy e Stone Ridge, per esempio, hanno acquistato Bitcoin per un valore rispettivamente di 425 milioni di dollari e 110 milioni di dollari.

Ma se la domanda al dettaglio di Bitcoin aumenta in tandem nelle principali regioni, potrebbe far crescere BTC in modo esponenziale.

I dati di Statistica mostrano che solo sei paesi hanno più del 10% della loro popolazione come utenti Bitcoin. I primi paesi in termini di utenti di Bitcoin pro capite sono la Nigeria, il Vietnam e il Sudafrica, secondo lo Statista Global Consumer Survey.

Tapiero ha sottolineato che il sondaggio non include i paesi dall’alto verso il basso, che potrebbero aver perso i grandi mercati delle valute criptate. La Corea del Sud, ad esempio, non è nella lista, nonostante sia uno dei mercati Bitcoin più grandi del mondo. Ha detto:

„È un sondaggio di paesi selezionati. Non è un sondaggio diretto dall’alto verso il basso. IE ci sono paesi che appartengono a questa lista che non sono elencati“.

Negli ultimi anni, lo scambio di Bitcoin e le infrastrutture di fiat sulla rampa sono migliorate significativamente negli Stati Uniti, in Europa e in Asia. Tuttavia, ci sono ancora molti paesi che non hanno ancora un’infrastruttura di scambio affidabile.

Il Canada, ad esempio, manca di un importante sistema di criptocambio di valuta locale strettamente regolamentato su cui gli utenti di criptocambio possano fare affidamento, oltre a Coinbase.

Una volta che l’infrastruttura di scambio e l’infrastruttura di fiat sulla rampa saranno completamente stabilite, allora sarà più facile per gli investitori al dettaglio entrare nel mercato.

Senza i fondi negoziati in borsa (ETF) e i principali depositari bancari, gli utenti devono ancora sottostare a un processo relativamente complesso di utilizzo delle borse. Alcune borse richiedono un approfondito processo di verifica Know Your Customer o KYC prima che gli utenti possano avviare bonifici bancari per l’acquisto di Bitcoin.

In questo modo, fino a quando non ci saranno ulteriori miglioramenti nell’infrastruttura per gli investitori al dettaglio a bordo, la popolazione mainstream più ampia avrebbe probabilmente difficoltà ad entrare nel mercato delle valute criptate.

Il grafico mensile dei prezzi del Bitcoin

Dove andrebbe a finire BTC con l’adozione tradizionale?
Le previsioni a lungo termine di Bitcoin variano ampiamente, da 20.000 a 1 milione di dollari.

Il 16 ottobre, il Cointelegraph ha riferito che l’asset manager Raoul Pal, il fondatore del Real Vision Group, ritiene che BTC si stia dirigendo verso un milione di dollari.

Ad un prezzo di 1 milione di dollari, la capitalizzazione di mercato completamente diluita di BTC si aggirerebbe intorno ai 21.000 miliardi di dollari. Ciò equivarrebbe a più di due volte l’attuale valutazione di mercato dell’oro, pari a 9 trilioni di dollari.